Leverano Istituto “San Francesco”

Guardiania.

Infermeria provinciale.

L’amorevole cura e l’animazione dei frati ammalati è il primario impegno della fraternità.
Ai frati è affidata l’animazione delle realtà pastorali dell’Istituto San Francesco, del Convento Santa Maria delle Grazie in Leverano (LE) e della Rettoria della Madonna della Visitazione in Salice Salentino (LE).
La fraternità è accompagnata da un Regolamento redatto dal Definitorio ed accoglie un frate Professo di voti temporanei per un accompagnamento formativo.

 

Contatti

Istituto “San Francesco” – Leverano (LE)

Via Leuca, 178 • 73045 LEVERANO (LE)

Istituto frati
Tel.: 0832.910577

Signorine Collaboratrici
Tel.: 0832.925009

Pagina Facebook

Fraternità

fr. Leopizzi Tommaso
Guardiano, Direttore Infermeria prov.le

fr. Alemanno Francesco
Collaboratore in infermeria

fr. Mariggiò Antonio
Vicario, Rettore in Salice Salentino

fr. Tedesco Emanuele
Economo, Vice-Animatore Vocazionale prov.le, Assistente Reg.le OFS e Gi.Fra

Frati infermi:
fr. De Donno Cristoforo
fr. De Santis Guglielmo
fr. Fornaro Lorenzo
fr. Golizia Pietro
fr. Nardelli Giuseppe
fr. Papa Alberto
fr. Reho Cosimo
fr. Rossetti Giulio

Alla fraternità è affidato:

Convento “Santa Maria delle Grazie” – Leverano (LE)
Via Leuca, 3 – 73042

Contattaci

Storia

L’attuale chiesa di S. Maria delle Grazie esisteva già nei primi decenni del 1500, in quanto, secondo fonti d’archivio, funzionava come luogo di culto dedicato a S. Rocco e fu visitata dagli Arcivescovi di Brindisi, Mons. Francesco Leandri nel 1557 e da Mons. Giancarlo Bovio nel 1565.

La struttura della chiesa molto semplice e lineare è di stile tardoromanico con la facciata a monocuspide seguita dalle paraste d’angolo e dalla lunetta semicoperta dal portale barocco sovrapposto.

 L’interno presenta una sala unica rettangolare con elegante copertura in legno in parte pitturato. Un solenne arco scolpito separa l’aula dal presbiterio che prende luce da un ampio finestrone centrale.

Alla stessa epoca e stile appartiene il corridoio del chiostro lungo un lato della chiesa e quello lungo via Leuca, che dovevano servire per accogliere i pellegrini sulla via per il Santuario di S. Maria di Leuca.

Nel 1581 il Comune di Leverano chiese al Ministro Generale della Regolare Osservanza, tramite P. Angelo Capilupo, la presenza di una Fraternità di Frati francescani a Leverano per custodire e servire la chiesa fuori le mura, che dai religiosi fu intitolata a S. Maria delle Grazie.

Il chiostro composto da 24 ogive poggianti su colonne poligonali è una chiara testimonianza dell’arte tardo gotica presente nel Salento.

La dimora conventuale oggi è completamente restaurata, ma nel tempo ha subito i danni delle varie soppressioni e, a cominciare dal 1952, ha accolto e curato i ragazzi orfani di guerra sotto la direzione dell’infaticabile P. Carlo Scagliosi di Sava.

La chiesa è officiata dai Frati Minori residenti non sul posto, ma nell’Istituto S. Francesco d’Assisi in Via Leuca. Il Convento è luogo di aggregazione e di attività dell’Ordine Francescano Secolare e dalla Confraternita dell’Immacolata.

In via Leuca a cominciare dal 1960 si avviò su un terreno offerto da benefattori la costruzione di un nuovo ampio Istituto S. Francesco d’Assisi, che attualmente è stato trasformato in Infermeria Provinciale dove vengono accolti e dignitosamente curati i Frati ammalati e anziani non autosufficienti.